Storyboard – Girare a matita

Sabato 30 e domenica 31 gennaio 2016

David Orlandelli, disegnatore e Storyboard Artist di The Tourist, RomeIl mercante di VeneziaHabemus PapamDiaz-Don’t Clean Up This Blood, ci guiderà in una intensa full immersion di due giornate su questo preziosissimo strumento: lo Storyboard.

In un momento in cui la fase di pre-produzione diventa territorio privilegiato del fare cinema e di qualunque realizzazione in video, comprendere l’uso e le potenzialità di questo strumento diventa priorità assoluta per filmmakers, registi, produttori, disegnatori, direttori della fotografia, realizzatori di effetti speciali digitali, operatori di computer grafica e per tutti coloro che si interessano di realizzazioni filmiche. Nelle produzioni low-budget come nei blockbuster.

La pre-visualizzazione di una scena di un film avviene tramite lo storyboard.
Attraverso questo strumento è possibile pianificare una ripresa, definire gli eventuali interventi in computer grafica, prevedere i costi di una sequenza. Determinante per la realizzazione di uno storyboard è la ‘capacità di visione’. Saper vedere con gli ‘occhi della macchina da presa’ per visualizzare efficacemente le inquadrature nei frames dello storyboard. Riassumendo, possiamo dire che lavorare con lo storyboard è come gestire una piccola troupe di carta.
FINALITÀ DEL WORKSHOP
Intento principale è presentare e conoscere lo strumento storyboard e le sue applicazioni nelle produzioni cinematografiche.
Durante il workshop saranno illustrati il metodo di lavoro per la realizzazione di uno storyboard e le possibilità del disegno digitale.

PROGRAMMA DEL WORKSHOP
– Introduzione. Raccontare per immagini, dai graffiti allo storyboard, Disney e Hitchcock.
– La professionalità dello Storyboard Artist (pubblicità, cinema, animazione).
– Visione di alcuni esempi di storyboard e metodo di lavoro.
– Quando usare lo storyboard (scene d’azione, CG, raccordi).
– Progettare una scena. Il processo creativo: script, shot list, thumbnails e storyboard.
– Cosa resta di una sequenza di storyboard. Confronto tra sequenza disegnata e scena girata.
– Il digitale. Lo storyboard per il 3D e il CG.
– Altri utilizzi dello storyboard: cartoni animati, spot pubblicitari, animatic
– Il lavoro d’equipe. Piccola prova con il coinvolgimento dei partecipanti.
– Conclusioni. I limiti dello storyboard. Riflessioni su l’uso dello storyboard.

Strumenti richiesti per partecipare al workshop:
– computer portatile o tablet
– tavoletta grafica (facoltativa)
– pen drive per caricare materiali

Chi ne fosse sprovvisto deve specificarlo nella domanda di iscrizione o contattare la segreteria 06/96049768

Docente: David Orlandelli

Giorni, orari e luogo:
sabato 30 e domenica 31 gennaio 2016
Sabato, dalle 16.00 alle 20.00
Domenica, dalle 10.00 alle 18.00
Scuola di Cinema Sentieri selvaggi
Via Carlo Botta 19, Roma, fermata metro A Vittorio Emanuele – metro B Colosseo

Quota iscrizione € 195.00

ISCRIVITI QUI

~ di biancoandnero su gennaio 25, 2016.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: