Aiuto Regista

AIUTO REGISTA 
[filmmaker]
corso di regia, ripresa, montaggio, sceneggiatura
per imparare l’arte del Regista, con una profonda conoscenza tecnico-pratica difotografia, luci, ripresa, del montaggio con Avid Media Composer,

della scrittura creativa per il Cinema, della sceneggiatura.

in programma da martedì 9 marzo 2010  negli studi di Roma, via Panisperna 101, tel. 06.48.15.676.
AIUTO REGISTA [filmmaker], regia, ripresa, montaggio, sceneggiatura, è un Corso di 240 ore organizzato per imparare l’arte del Regista, con una profonda conoscenza tecnico-pratica della ripresa, del montaggio, della sceneggiatura.
Il FILMMAKER realizzerà un “saggio finale”, un cortometraggio, da una sua idea, di cui avrà scritto soggetto e sceneggiatura e avrà curato regia, ripresa e montaggio. raccordando le esigenze produttive ed organizzative, tenendo conto della continuità narrativa e di immagine del progetto.   Le attrezzature professionali di illuminazione e di ripresa, i montaggi, gli attori sono forniti dalla Scuola. I “saggi finali” saranno proiettati in una prestigiosa sala cinematografica di Roma.

Alla fine del Corso sarà rilasciato l’ATTESTATO
(ed, eventualmente, il CERTIFICATO per la richiesta dei CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI).

il Corso
E’ un percorso formativo che, attraverso lezioni tecnico-pratiche di Regia, Ripresa, Luci, Fotografia, Montaggio con Avid Media Composer, Sceneggiatura, Progetto collettivo, permetterà al FILMMAKER di realizzare un “saggio finale”, un cortometraggio, da una sua idea, di cui avrà scritto soggetto e sceneggiatura e avrà curato regia, ripresa e montaggio. raccordando le esigenze produttive ed organizzative, tenendo conto della continuità narrativa e di immagine del progetto. Le attrezzature professionali di illuminazione e di ripresa, i montaggi, gli attori sono forniti dalla Scuola. I “saggi finali” saranno proiettati in una prestigiosa sala cinematografica di Roma.
Il Programma è conforme al Programma di “Aiuto regista e supervisore della continuità” previsto dal Repertorio regionale dei profili professionali e formativi indicato dall’Assessorato Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione della REGIONE LAZIO (DGR n° 795 del 31/10/2008).
Le lezioni, della durata di 3 ore ciascuna, sono soprattutto tecnico-pratiche, con numerose esercitazioni. Tutto il materiale usato è altamente professionale, digitale, alta definizione; i montaggi sono esclusivamente digitali dedicati al software Avid Media Composer (con licenze regolari, non “crackate”!).
Il Corso è rivolto a tutti gli appassionati della Regia e della Sceneggiatura che vogliono presentarsi nel mondo del lavoro come professionisti con una competenza, ed un attestato, molto richiesti.
orario, frequenza
inizio: martedì 9 marzo 2010, proiezione dei saggi degli allievi: luglio 2010.

lezioni con esercitazioni: martedì, mercoledì, giovedì e venerdì, dalle 18.00 alle 21.00; 4 volte alla settimana, 3 ore alla volta = 240 ore! + le ore necessarie per la realizzazione dei saggi finali

iscrizioni: fino ad esaurimento posti!
Il Corso è “a numero programmato”, pertanto sarà ammesso solo chi è realmente motivato, dopo un colloquio selettivo con la Direzione.
Per questo colloquio si può prendere appuntamento telefonando al numero 06.48.15.676. per venire a via Panisperna 101, a Roma.
la quota di partecipazione
PROMOZIONE SPECIALE
“la Formazione per contrastare la crisi!”
[in accordo con le principali Associazioni di categoria] 
Notevole sconto su tutta la quota di partecipazione.
Per saperne di più: tel. 06.48. 15.676; info@scuoladicinema.it
vieni a farci visita!
Chiamaci e vieni a farci visita, così potrai renderti conto della nostra didattica e delle nostre attrezzature professionali. E’ sufficiente che tu faccia una telefonata per l’appuntamento: tel. 06.48.15.676 o mandi una email a info@scuoladicinema.it 
 
studi di Roma, via Panisperna 101

tel. 06.48.15.676; info@scuoladicinema.it;  www.scuoladicinema.it
 
IL PROGRAMMA

inizio: martedì 9 marzo 2010, proiezione dei saggi degli allievi: luglio 2010.

lezioni con esercitazioni: martedì, mercoledì, giovedì e venerdì, dalle 18.00 alle 21.00
4 volte alla settimana, 3 ore alla volta = 240 ore! + le ore necessarie per la realizzazione dei saggi finali

REGIA
Analisi del linguaggio cinematografico e televisivo. Il linguaggio come forma espressiva e di comunicazione. Struttura narrativa di un prodotto audiovisivo. Composizioni, colori, movimenti, suoni. L’inquadratura, la grammatica delle immagini. Dall’immagine statica a quella in movimento. Campi e piani, Campo lungo (CL), campo medio (CM) e primo piano (PP), Figura intera, piano americano, mezzo busto, primo piano, Totale, primissimo piano (PPP) e dettaglio, Composizione dell’inquadratura. Regola dei terzi. Elementi scenici, volumi e masse. Centro dell’attenzione, diagonali prospettiche. Le quinte, Altezza della camera ed angolo di ripresa. Piano fisso. Piani in movimento (panoramiche, zoomate, cambi di fuoco). Movimento di camera (es. carrello, dolly, steadycam o a spalla). Scena. Sequenza. Piano sequenza. Soggettiva. Il master..  Campo e contro campo. Gli stacchi. Il piano d’ascolto. Scavalcamento di campo, La continuità di azione e direzione. La continuità narrativa, La continuità d’illuminazione, La continuità visiva. Asse dello sguardo e/o direzione del movimento, Passaggio di tempo, Passaggio spazio temporale. Tecniche dello spostamento del centro di attenzione in una inquadratura o in un piano sequenza. Le riprese cinematografiche e quelle televisive. La registrazione del sonoro. La post produzione. Il montaggio e la sonorizzazione. I titoli e gli effetti speciali.  Il doppiaggio e il missaggio. La copia lavoro e il master. Le attrezzature tecniche: cinepresa, telecamera, ottiche e videoregistratori.

La diretta. I documentari, i videoclip, gli spot pubblicitari. Sceneggiatura e regia. Attori e regia. Storyboard. Dal testo alle immagini. Le inquadrature programmate, i movimenti di macchina ed i movimenti degli attori. I colori e le luci, gli stacchi e i cambi scena. La scenografia. I costumi. Organizzazione della produzione. Il ciak e il bollettino di riprese.

Preparazione ai SAGGI FINALI.

RIPRESA, LUCI, FOTOGRAFIA
L’attrezzatura di ripresa. La telecamera nelle sue parti. Ottica. Lunghezza focale, aberrazioni, luminosità, ghiere di regolazione. Elettronica della telecamera:  i CCD, formati digitali, il PAL, i formati video. Sistema di controllo, View finder – LCD; Funzioni di controllo e allarmi , audio, TC.

Regolazioni in fase di ripresa  otturatore, diaframma, bianco, gain, filtri. Audio. Microfoni  tipologia, livelli audio e monitoraggio. Fotografia, luci. Parco lampade, tipologia, accessori, metodi di illuminazione. Allestimento studio TG con luci + interviste esterne. Camera a spalla e camera a mano. Troupe ENG. La steadycam. Il Camcrane.

Preparazione ai SAGGI FINALI.

MONTAGGIO
Informatica generale ( …; hardware e software; sistema operativo; …). Le fasi iniziali (…; finestra project; finestra monitor; timeline; …); il progetto base (… ; import; anteprima delle clip; creare un filmato; il rendering; le palette history); il menu windows (…; opzioni della timeline; personalizzare le palette; la palette transition; …); nuovo progetto (… ;import e posizionamento; completamento della timeline; preview; …); gli effetti (…; video effects; effects control;…); azioni avanzate (…); trasparenza e grafica (…; creare un titolo; titolo della clip;…); titoli (…; stili e template; le penne; titoli dinamici; import titoli e animazioni;…); il movimento (…; motion; shear; effetti personalizzati;…); l’audio (…; file audio e timeline; progetto audio/video; audio mixer; la palette audio; …); l’export ( …; export in quicktime; export fotogrammi; formato realmedia; export su supporto; …).

Tutti gli argomenti sono corredati da esercitazioni pratiche che ogni allievo dovrà svolgere.

Preparazione ai SAGGI FINALI.

SCENEGGIATURA
Fondamentali di sceneggiatura. Conflitto e funzione base della sceneggiatura. Radiografia di un’ idea. Il potenziale narrativo. E le dinamiche di conflitto. Le fasi del processo creativo e la catena di montaggio: idea-soggetto-scaletta- trattamento- sceneggiatura. Soggetto e personaggio. L’occhio che sente, profuma e tocca. Dalla scaletta al trattamento. Tecniche avanzate: il discorso indiretto libero. Il dialogo: basi e analisi. Saper leggere il trattamento. La struttura di una scena. Rendere operativa una sceneggiatura. Adattare le descrizioni all’ambiente. Location e scene. Software di sceneggiatura. Lo spoglio della sceneggiatura. Adattamento personaggi ad attori. Psicologia e facce. Scrittura e caratterizzazione. Realizzazione del soggetto e della sceneggiatura del PROGETTO COLLETTIVO.

I SAGGI. Analisi delle Idee. Determinazione dei soggetti. Analisi delle sceneggiature.
Preparazione ai SAGGI FINALI.

IL PROGETTO COLLETTIVO
Durante il percorso formativo, gli Allievi, insieme ai Docenti, realizzeranno, per esercitazione, un progetto collettivo, scrivendo la Sceneggiatura e ricoprendo, successivamente, i ruoli di Regista, Direttore della fotografia, Montatore.
IL PROGETTO COLLETTIVO PERMETTERA’ DI APPROFONDIRE LE UNITÀ DI COMPETENZA
TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI TECNICO ORGANIZZATIVE
Il tema del copione e il contesto in cui si sviluppa la storia. Tempi di ripresa, scena per scena,  tenendo conto dello spoglio della sceneggiatura. Annotazioni per garantire i raccordi, necessari per la continuità delle scene. Sinossi. Sequenziario. Riassunto sintetico di ogni scena e cast necessario. Documenti tecnici di ripresa (fogli di montaggio, diario di lavorazione e bollettini).

DIMENSIONAMENTO DEL SET
Cast artistico: Tecniche di selezione e “casting”. Figurazioni speciali, controfigure, generici. Provini. Fabbisogno tecnico. Fabbisogno straordinario, stunts, effetti speciali, digital fx,  …,  steadycam, camera-car, cranes, contributi filmati o sonori, … Location. Elementi strutturali e ambientali. Sopralluoghi. Caratteristiche. Impatto sulle soluzioni tecniche di realizzazione delle riprese.
PIANIFICAZIONE DEL PROCESSO REALIZZATIVO
Elaborazione del piano di lavorazione. Fasi tecniche. Tempi, modalità organizzative, budget. Tempistiche di realizzazione del programma giornaliero delle riprese. Modalità operative per il coordinamento delle professionalità impegnate sul set (liste, memo, aggiornamento dialoghi, incontri e riunioni). Sistema di numerazione ciak per ordinare il materiale girato in funzione del lavoro di post produzione. Elaborazione del programma del giorno successivo. Necessità del set. Fabbisogni di scena. Costumi.
SVILUPPO DEL PROCESSO REALIZZATIVO

Adottare comportamenti mirati a garantire un regolare svolgimento del processo realizzativo, in termini di ordine, silenzio e concentrazione sul set. Consegna di copioni aggiornati e/o stralci agli attori. Monitoraggio del livello di qualità della produzione delle riprese. Monitoraggio dei vari step organizzativi e rilevazione delle eventuali necessità. Stato di avanzamento delle riprese. Confronto il piano di lavorazione. Interventi di correzione e regolazione del piano di lavorazione.

SAGGI FINALI
Alla fine del Corso gli Allievi saranno divisi in coppie; ogni coppia dovrà realizzare un “saggio finale”, un cortometraggio di cui dovrà scrivere soggetto e sceneggiatura e dovrà curarne regia, ripresa e montaggio. Le attrezzature professionali di illuminazione e di ripresa, i montaggi, gli attori sono forniti dalla Scuola. I “saggi finali” saranno proiettati in una prestigiosa sala cinematografica di Roma.
le attrezzature
La Scuola è dotata delle più moderne attrezzature professionali, A DISPOSIZIONE DEGLI ALLIEVI
per il MONTAGGIO
21 montaggi, tutti con software Avid® Media Composer, lo standard di altissima professionalità richiesto da RAI, MEDIASET, SKY, ….
2 montaggi Avid MEDIA COMPOSER con MOJO SDI, per la certificazione internazionale; 2 montaggi per l’Alta Definizione (HD); 1 montaggio portatile con funzioni di regia mobile; 16 montaggi PC.
Registratore “combo” per l’Alta Definizione (HD) JVC BR-HD50E;
RACK portatile per le registrazioni audio, “Digidesign 003 rack”, http://www.digidesign.com/…=126&itemid=5028+ tutte le macchine “server” necessarie.
La Scuola di Cinema di Roma è l’unico Centro di Formazione Avid Autorizzato, in Italia
per la RIPRESA
 telecamere (camcorder):
JVC 100 ad Alta Definizione (HD), camcorder JVC GY-HD100E; JVC 500, JVC 5000 per le riprese esterne (servizi per le news); PANASONIC 100, camcorder Panasonic AG-DX 100; + l’uso di Sony HVR-Z1E (HDV).
Steadycam GLIDECAM V8 è quello “strumento” costituito da un “corpetto” collegato ad un supporto meccanico molleggiato, su cui è montata la telecamera. Molto usata per le riprese in esterni delle fiction di azione (“la squadra”, “distretto di polizia”, …)e durante i concerti.
JIMMY JIB, camcrane, la “gru” che permette di fare riprese da 4 metri, e oltre, di altezza. E’ montato sul potente treppiede Manfrotto 132X.
Microfoni, radiomoicrofoni, collarini della Sehnneiser. Supporti “a canna da pesca” (giraffa) in fibra, ad espansione fino a 4 metri.
Luci, quarzi, photoflood, spot “bambino”, luci fredde, illuminatori eng della Cosmolight.
 
studi di Roma, via Panisperna 101

tel. 06.48.15.676; info@scuoladicinema.itwww.scuoladicinema.it

~ di biancoandnero su marzo 1, 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: